Difendere e Dominare la Valle di Comino – Il Castello di Alvito

Sabato 14 dicembre 2019, alle 17.30, si svolgerà presso il Teatro comunale del Palazzo Ducale di Alvito, la conferenza dal titolo “Difendere e Dominare la Valle di Comino – Il Castello di Alvito”.

Marianna Rondinelli, Ferdinando Marfella, Matteo E. Mazzenga e Dionisio Paglia ci accompagneranno in questo viaggio ripercorrendo la Storia di Alvito e della Valle di Comino, per conoscere le origini del Castello, le nobili famiglie ed i cavalieri che l’hanno abitato, l’evoluzione delle armi e delle armature, le innovazioni tecnologiche che hanno mutato profondamente la struttura muraria e difensiva del maniero nel corso dei secoli.

Al termine della conferenza, la Pasticceria Macioce offrirà a tutti i partecipanti un assaggio di una antica ricetta medievale riprodotta in base ad un ricettario del XV secolo.

Un evento unico del suo genere dove avrete la possibilita di conoscere la Storia del nostro Territorio, in base a studi e ricerche recenti, e riviverla toccando con mano le riproduzioni di armi ed armature, nonché riscoprire antichi gusti e sapori.

Ingresso libero e con posti limitati (gradita prenotazione tramite la pagina facebook dell’evento o via mail scrivendo a info@castellettodialvito.it).

https://facebook.com/events/787600158343999/?ti=icl

I primi abitatori di Albetum

Il 18 Agosto, presso il Castello Cantelmo di Alvito, è stata ricostruita la storia dei primi abitanti, o come sono citati nelle fondi “abitatori”, del borgo di Albetum. I primi abitanti così come risulta dagli atti notarili di cessione e vendita dei territori alla chiesa di San Martino oggi scomparsa.

L’attività didattica ha visto il coinvolgimento del pubblico presente che ha partecipato attivamente alla scelta di 9 fogli di carta medievale all’interno dei quali è stato trascritta la storia di ogni abitante.

Chi ha “pescato” il Primo Abitante, si è portato a casa la Ricostruzione di un fiorino d’oro.

Le storie degli abitanti, 3 uomini, 3 donne e 3 gruppi di persone, hanno permesso di approfondire alcuni temi specifici dal Mundio citato nell’Editto di Rotary alle tecniche di cura praticate presso gli xenodochi fino al calcolo del valore dei terreni e degli animali così come risultanti dalle pergamene della prepositura di San Martino.

Foto di I. Affinati